CY4Games è la prima competizione italiana che ha visto sfidarsi hacker etici provenienti da Università e Istituti Statali di Istruzione Superiore. L’obiettivo del gioco è quello di trovare al più presto i “ladri di dati sensibili” ma soprattutto concentrare l’attenzione sui temi caldi legati alle investigazioni ovvero la Cyber Security e la Digital Forensics.

La manifestazione si è svolta il 6 Maggio presso la sede romana di Elettronica Group, grazie al patrocinio del Ministero della Difesa, e ha visto sfidarsi 17 team composti da circa 90 giovani provenienti da tutta Italia.

Ad aggiudicarsi il primo premio di questa prima edizione è stata la squadra Unipg1 dell’Università di Perugia che adesso rappresenterà l’Italia al prossimo Cyber Defence Discovery Camp 2019 (CDDC2019) di Singapore, l’appuntamento annuale più importante al mondo tra hacker etici. Al secondo posto il team Recursion Fairies dell’Università di Trento. Mentre il premio speciale per il primo classificato tra i team degli istituti tecnici è andato all’ITIS Armellini di Roma.

I CY4GAMES hanno previsto due sessioni, la Capture the Flag in cui ogni team ha dovuto fronteggiare l’attacco e la difesa di cinque servizi in esecuzione su una macchina di produzione e la Trial Simulation consistente in un’analisi “giuridico manageriale” dell’incidente. Una sorta di vero e proprio “Processo” durante il quale sono stati analizzati sia le posizioni dell’azienda che quelle dell’attore del cyber crime.

In una recente ricerca condotta insieme ad Ambrosetti sul tema Geopolitica del Digitale – ha detto Enzo Benigni, Presidente e CEO di Elettronica – abbiamo evidenziato come entro il 2020 i dati disponibili saranno 10 volte quelli attuali, mentre già oggi la data economy vale in Europa 60 miliardi di Euro. Anche le minacce mutano ed evolvono, e con esse le risposte più efficaci: nel solo 2017 si sono registrati quasi 1.200 attacchi cibernetici considerati gravi”. Questa consapevolezza ha guidato la missione di Cy4gate, perché si tratta di un pericolo che non può più essere sottovalutato. “I Cy4games – afferma Eugenio Santagata, CEO di Cy4gate – come altre di diversa natura da noi promosse nel corso dell’ultimo anno sono volte ad accendere un faro verso la necessità della resilienza della rete che passa attraverso l’utilizzo di prodotti e la costruzione di competenze nazionali su questo tema”.

L’Università di Perugia rappresenterà l’Italia a Singapore. Il team vincitore è composto da Cristiano Regni, Vittorio Mignini, Alessio Amatucci, Valentino Cristofaro, Nalin Dhingra. La vittoria è frutto dell’attività dell’Università degli Studi di Perugia in questo settore; in particolare del Nodo perugino del Cyber Security National Lab, diretto dal professor Stefano Bistarelli del Dipartimento di Matematica e Informatica.