In una causa di separazione o divorzio il Giudice è tenuto a stabilire un assegno di mantenimento nei confronti dei figli e del coniuge economicamente più svantaggiato, tenendo conto di alcuni parametri per la determinazione del mantenimento, in particolare:

· tenore di vita dei coniugi;

· redditi lavorativi;

· redditi derivanti da proprietà immobiliari;

· accertamento dei mezzi economici del coniuge che chiede l’assegno di mantenimento e eventuale attività lavorativa svolta senza regolare contratto.

Spesso è necessario raccogliere delle prove che attestino l’effettiva situazione di svantaggio del coniuge che necessita dell’assegno di mantenimento. Per tale motivo è molto frequente il ricorso ad agenzie investigative che, avvalendosi di investigatori esperti e con esperienza nel settore, sono in grado di svolgere indagini mirate ad accertare la situazione economica del coniuge più debole, in modo tale da stabilire l’importo dell’assegno di mantenimento o chiedere una revisione dello stesso.

Con l’entrata in vigore della nuova normativa sul divorzio breve i parametri da tenere in considerazione per determinare l’assegno di mantenimento al coniuge restano sostanzialmente invariati. In base a quanto stabilito dalla sentenza del Tar Lazio sez. I-ter, n. 7813 del 7 luglio 2016, i coniugi non possono separarsi o divorziare in Comune, se tra gli accordi stabiliti sono compresi dei trasferimenti patrimoniali, come gli assegni di mantenimento al coniuge. Ciò che varia è quindi la possibilità di separarsi o divorziare in Comune se i due coniugi hanno raggiunto un accordo relativo al pagamento di un assegno di mantenimento.

Inoltre se in sede di separazione è stato stabilito un importo per il mantenimento, non è possibile ottenere la revoca dello stesso quando si procede al divorzio effettivo, dal momento che il ridotto lasso di tempo che intercorre tra la separazione e il divorzio implica che non possano esserci cambiamenti sostanziali delle condizioni stabilite precedentemente.

Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: