Committente

Marcello

Titolare di una grande officina

Il cliente riferisce di avere un problema con un proprio dipendente assunto a tempo indeterminato, il quale, da oltre due mesi è in malattia. Il predetto lavoratore ha presentato un ennesimo certificato di prosecuzione della malattia.

Oggetto di indagine

Dipendente, 38 anni

Abitante a XXXXXXXX, guida l’autovettura XXXXXXXXX

Attività di indagine

Poiché il cliente non è convinto della buona fede del lavoratore, vorrebbe verificare  l’effettivo stato di malanno dichiarato dallo stesso e raccogliere eventuali elementi di prova per intentare la causa per giusto licenziamento.

Vengono quindi concordati col cliente tre giorni di sorveglianza dinamica e l’utilizzo di un dispositivo Gps da installare sull’auto dell’interessato.

Conclusione

In tutti e tre i giorni di servizio, gli agenti hanno verificato e documentato con foto e video, che alle ore 08:00 il sorvegliato è uscito dalla sua abitazione, si è recato in altro luogo dove, dopo essersi cambiato e abbigliato con una tuta recante la scritta di una carrozzeria concorrente a quella del cliente, ha svolto regolare lavoro fino alle ore 17:30.

OBIETTIVO RAGGIUNTO

Quanto documentato è stato inserito in un report finale che è stato consegnato al cliente, il quale, ha licenziato il dipendente per giusta causa.

Contattaci per una consulenza

[contact-form-7 404 "Not Found"]